fbpx
Contattaci: 011 23 86 795|info@shibumimed.com
/GRAZIE, MA ACNE NO

GRAZIE, MA ACNE NO

ACNE - Shibumimed

Foruncoli, brufoli, pustole, punti neri, piccole cisti… in una parola: acne.

Se stai leggendo queste righe, probabilmente stai combattendo con questo fastidioso inestetismo, e sei alla ricerca di soluzioni che funzionino davvero. Beh, sei nel posto giusto!

In questo articolo, oltre a spiegarti come e perché l’acne ha scelto proprio te, ti sveleremo qualche utile strategia e, se non dovesse bastare, alcuni trattamenti davvero efficaci.

CHE COS’È L’ACNE?

L’acne è un’infiammazione che coinvolge le ghiandole sebacee – piccole ghiandole alla base dei peli – e che si manifesta normalmente durante la pubertà, ma che può colpire anche gli adulti.

COME SI FORMA L’ACNE?

Le ghiandole sebacee alla base dei peli producono il sebo, cioè il grasso che costituisce una naturale protezione della pelle e ne salvaguarda l’elasticità.

In alcuni casi, ad esempio per via delle modificazioni ormonali tipiche dell’età adolescenziale e della pubertà, la produzione di sebo diventa eccessiva ed esso si accumula nelle ghiandole, causandone il rigonfiamento e l’infiammazione.

DA COSA È CAUSATA

La produzione di sebo è regolata da meccanismi di tipo ormonale: uno scompenso in questi meccanismi può, tra le altre cose, determinare un’eccessiva produzione di sebo che si accumula nelle ghiandole e a volte, entrando in contatto con i batteri che naturalmente sono presenti sulla superficie della pelle, può causarne l’infezione.

Alla base dell’acne ci può anche essere una certa predisposizione o familiarità, per via delle qualità della propria pelle (es. una cute molto grassa) oppure un cattivo stile di vita o un’alimentazione scorretta.

Anche lo stress, che incide fortemente su livelli di un ormone chiamato cortisolo, può scatenare il processo di infiammazione.

Tra i fattori esterni, l’inquinamento atmosferico e alcuni cosmetici sono in grado di irritare la cute e le ghiandole sebacee, dando origine all’acne.

Infine, ci sono alcuni farmaci o terapie che la possono causare come effetto collaterale.

CHI COLPISCE L’ACNE?

L’acne è una patologia che colpisce soprattutto gli adolescenti (la cosiddetta acne giovanile) con prevalenza nei maschi – perché l’acne è strettamente legata al testosterone, ormone presente in maggior quantità nel sesso maschile – ma che non risparmia gli adulti.

I cambiamenti ormonali che accompagnano il ciclo mestruale, la gravidanza o la menopausa infatti fanno sì che l’acne sia un fastidio frequente anche per le donne adulte (acne ormonale tardiva femminile).

ACNE: COME COMBATTERLA

Come abbiamo visto, l’acne accompagna naturalmente i processi di crescita e pubertà, oltre ad alcuni eventi fisiologici nella vita degli individui adulti.

Evitarne la comparsa non è sempre possibile; quello che si può fare è limitare i danni e agevolare il suo decorso. Ci sono alcuni accorgimenti e piccoli gesti quotidiani che possono permetterci di tenere a bada l’acne:

  1. IGIENE: lavare il proprio viso con dei detergenti non aggressivi 3 volte al giorno aiuta a eliminare il grasso cutaneo in eccesso tenendo liberi i pori. Lavaggi eccessivi potrebbero invece seccare la pelle, ottenendo l’effetto opposto.
  2. ATTIVITÀ FISICA: la sudorazione apre i pori e consente l’espulsione delle tossine dall’organismo.
  3. ALIMENTAZIONE: mangiare in modo equilibrato, evitando cibi ricchi di grassi o zuccheri; molto importante è anche seguire una corretta idratazione.

COSA NON FARE

Evita di spremere o strofinare i brufoli o punti neri, perché rischiamo di infettare anche i pori circostanti e lasciare solchi e cicatrici.

Non applicare cosmetici o creme contenenti agenti irritanti o troppo grasse, che potrebbero peggiorare la situazione.

Soprattutto d’estate non esporti alla luce solare diretta senza protezione: aggiungeremmo irritazione a irritazione! Fallo in modo graduale e con l’aiuto di creme idratanti e protettive.

ACNE: COME ELIMINARLA

L’acne solitamente scompare da sé, ma in caso contrario potrebbe esserti utile sapere che esistono trattamenti di medicina estetica che possono risolvere il problema.

IL PEELING

Il peeling superficiale ad esempio induce il ricambio cellulare e riattiva i meccanismi fisiologici di produzione di collagene ed elastina, i principali responsabili della salute e della corretta idratazione della nostra pelle: una valida soluzione in caso di acne.

Anche se non l’hai trattata in tempo, puoi rimediare alle tracce che l’acne potrebbe essersi lasciata alle spalle, come le cicatrici, con il Peeling Profondo.

TECNOLOGIA LASER

Tra i Laser elettromedicali, il Laser CO2 frazionato è consigliato per il trattamento dell’acne: è in grado di stimolare e riattivare la produzione di collagene ed elastina determinando la formazione di tanti piccoli forellini all’interno dei quali si formerà tessuto nuovo, sano e uniforme.

Stesso risultato si ottiene con un altro Laser, detto Erbium Glass, che richiama acqua sulla superficie della pelle in maniera localizzata, regolarizzando l’aspetto e la compattezza della cute. Si tratta di una tecnica non ablativa, che cioè non comporta alcuna asportazione del tessuto cutaneo: è più delicata e non pratica forellini, con un più rapido recupero ed un più veloce ritorno alla vita sociale.

RISOLVIAMOLA!

Non aspettare che la situazione precipiti: richiedi un colloquio senza impegno con uno dei nostri medici!

RICHIEDI UN COLLOQUIO
2019-05-20T19:32:41+00:00Maggio 20th, 2019|Laser, ShibumiMed|0 Comments
WhatsApp chat